Teatro Bobbio, XVII edizione del tradizionale Concerto di Santo Stefano a ingresso gratuito

polvere-di-stelle

POLVERE DI STELLE… UNA DIVERSA STORIA DELLA MUSICA

IL 26 DICEMBRE ALLE 17 presso il Teatro Bobbio si terrà la XVII edizione del tradizionale Concerto di Santo Stefano a ingresso gratuito. Tradizionale per modo di dire, visto che si tratta di un evento più che eccezionale, in cui debutteranno suonando per la prima volta in orchestra con la Camerata Strumentale Italiana diretta dal Maestro Fabrizio Ficiur, due giovani promesse della musica: l’enfant prodige Leo Bailey-Yang, straordinario pianista e, a soli 8 anni, il più giovane diplomato al mondo, e la tredicenne Sara Schisa, pluripremiata violinista.
Nato da un fortuito incontro e sviluppatosi attorno all’idea di inclusione della diversità, il concerto, intitolato “Polvere di stelle… una diversa storia della musica”, ha conquistato – è proprio il caso di dire – la simpatia e il patrocinio della Consulta Regionale delle Associazioni delle persone disabili e delle loro famiglie del FVG nonché del Comune di Trieste e vanta, tra i suoi più forti sostenitori, la CCIAA di Trieste, l’Istituto Rittmeyer, l’Istituto di studi sui diritti dell’uomo, il Circolo Unificato dell’Esercito di Trieste e l’Università Popolare.
La partecipazione della giovanile jazz band della Calicanto Onlus, prevista a sottolineare il carattere inclusivo e beneaugurale dell’abbattimento fisico ma anche psicologico delle barriere che ancora ostacolano la partecipazione delle persone con disabilità alla vita sociale, è stata ritirata in extremis; si ringrazia sentitamente il loro iniziale slancio entusiasta e ci si dispiace di questo tardivo forfait. E ci si domanda se, forse, l’ubicazione del teatro – benché esso stesso adeguatamente attrezzato all’accoglienza delle persone disabili – non possa aver influito nella decisione finale della Calicanto cui vanno comunque i ringraziamenti dell’organizzazione.
Leo Bailey-Yang è un bambino vivace, ma è anche un bambino diverso. Diverso perché, nonostante la giovanissima età ha saputo dimostrare una capacità straordinaria concentrando tutti i suoi sforzi per raggiungere, come Sara, un importante traguardo personale. Con disciplina passione e costanza da parte sua, grazie all’intuito della mamma e l’aiuto dell’affezionato maestro, ha potuto dimostrare che le certificazioni di disabilità non sono un ostacolo insormontabile e che è solo valorizzando al massimo i propri talenti, i propri pregi, i propri punti di forza che si possono ottenere risultati mirabili. Ma questo, alla fine, non è qualcosa che ci riguarda tutti, ma proprio tutti?

Fra i generosi sponsor ricordiamo la Fondazione Benefica Kathleen e Alberto Casali, Artemusica, Trieste Servizi Assicurativi, ZKB, Federalberghi e il ristorante La Bottega di Trimalcione.

Hai bisogno di una guida turistica personale per visitare Trieste? Scrivici: info@informatrieste.eu

Almanacco News

You may also like...