SISSA – La filosofia che ci aiuta a comprendere la scienza, in un ciclo di incontri

sissa-la-scienza-pensata

La scienza pensata
La filosofia che ci aiuta a comprendere la scienza, in un ciclo di incontri
24 marzo-5 maggio 2016, ore 18
Sala Bazlen, Palazzo Gopcevich,
Via Rossini 4, Trieste

Oggi più che mai la filosofia è uno strumento che ci può aiutare a comprendere i temi scientifici, anche per quel che riguarda il dibattito pubblico sui temi “caldi” (staminali, vaccini, OGM…) e le implicazioni etiche dei nuovi settori di avanguardia scientifico-tecnologica. Il Laboratorio Interdisciplinare della SISSA, in collaborazione con il Comune di Trieste, nell’ambito del protocollo d’intesa “Trieste città della conoscenza”, organizza una serie di incontri, pubblici e gratuiti, su questo tema con alcuni fra i maggiori storici e filosofi della scienza italiani. Il 23 marzo alle 11, presso la Sala Giunta del Comune di Trieste (Municipio di Trieste, entrata di Largo Granatieri 2, primo piano, stanza 216), si terrà la conferenza stampa che illustrerà la manifestazione.

Prendete per esempio il dibattito, talvolta feroce, su nuove questioni “scientifiche” (fra le più recenti troviamo il caso Xylella, la vicenda giudiziaria legata a Stamina, e, fra gli evergreen, il dibattito sugli OGM, solo per citarne alcuni), o anche su verità che sembravano assodate già nel secolo scorso (validità scientifica dei vaccini, per esempio): in queste vicende mediatiche e politiche, emerge chiaramente la scarsa comprensione pubblica del pensiero e del metodo scientifico, ignoranza che paghiamo con estenuanti discussioni, basate spesso più sul fraintendimento che su un vero disaccordo nei contenuti.
Ci sono poi le questioni etiche che riguardano alcuni settori d’avanguardia della ricerca scientifica, come il neuro-potenziamento, la possibilità di ampliare le facoltà cognitive umane attraverso farmaci e dispositivi tecnologici, o l’uso terapeutico delle staminali embrionali, che aprono scenari del tutto nuovi e sconosciuti e che quindi necessitano di una profonda riflessione per stabilire nuove regole.

Questi sono due ambiti che ci mostrano, talvolta con crudezza, l’enorme bisogno che abbiamo di strumenti concettuali per comprendere ed elaborare queste sfide in modo corretto e approfondito, senza cadere nelle trappole della nostra soggettività, spesso influenzata da fattori personali, religiosi, morali. Forse più che in passato oggi la filosofia, da alcuni considerata lontana e incompatibile con la scienza, è in realtà uno strumento prezioso per comprendere il pensiero scientifico, le ricadute della ricerca sul mondo contemporaneo e la differenza tra la conoscenza scientifica e la moltitudine di conoscenze non scientifiche o pseudoscientifiche che si stano diffondendo oggi. “La scienza pensata” è un ciclo di incontri ideato dal Laboratorio Interdisciplinare della SISSA di Trieste che propone una serie di tavole rotonde che vanno ad affrontare alcuni degli ambiti più “caldi” del rapporto fra scienza a filosofia, insieme a personaggi di spicco nel panorama italiano. I sei incontri si svolgeranno da marzo a maggio nella Sala Bazlen del Palazzo Gopcevich a Trieste, tutti gratuiti e aperti al pubblico. Anche il comune di Trieste ha collaborato all’iniziativa: “Il Comune di Trieste è particolarmente felice di poter sostenere questa iniziativa di grande spessore culturale che contribuisce a valorizzare il patrimonio scientifico della città nell’ambito dell’attività del Protocollo ‘Trieste città della conoscenza’ che riunisce le eccellenze di scienza, ricerca ed alta formazione che operano sul suo territorio” spiega Antonella Grim, Assessore all’Educazione, Scuola, Università e Ricerca del Comune di Trieste.

Per informazioni scrivere a eventi.ilas@sissa.it, o telefonare ai numeri 040 3787401 o 040 3787549.

Più in dettaglio…
Molti i temi che si andranno a toccare. Giovanni Boniolo, filosofo della scienza dell’Università di Ferrara, affronterà il tema della medicina molecolare, con le sue implicazioni concettuali ed etiche. Stefano Canali, storico della scienza della SISSA di Trieste, parlerà di dipendenze, tra neuroscienze, etica e sapere medico. Simona Morini, filosofa della scienza dell’Università IUAV di Venezia, condurrà una riflessione sulla “filosofia del rischio”, mentre Raffaela Simili, storica della scienza all’Università di Bologna, affronterà il tema del ruolo sempre più importante delle donne nella ricerca scientifica. Elena Gagliasso, filosofa della scienza, discuterà il ruolo delle analogie e delle metafore nella costruzione delle teorie scientifiche. Il ciclo si chiuderà con la conferenza di Mauro Dorato, filosofo e matematico de “La Sapienza” di Roma che rifletterà sul concetto di tempo, anche alla luce delle recenti scoperte in fisica.

Hai bisogno di una guida turistica personale per visitare Trieste? Scrivici: info@informatrieste.eu

Almanacco News

You may also like...