“I Microcosmi” di Gianni Rodari prendono vita al Teatro Bobbio

microcosmi-rodari

Debutta mercoledì 16 dicembre alle ore 18.00 al Teatro Bobbio “I micromondi” di Gianni Rodari, un progetto frutto di una collaborazione tra due realtà triestine come La Contrada-Teatro Stabile di Trieste e Il Conservatorio di musica Giuseppe Tartini. Saranno il pianista Stanislaw Mazurkiewicz e gli attori Laura Antonini e Stefano Bartoli, a  comporre sul palco un appuntamento fiabesco per grandi e piccini.
Un nuovo evento all’insegna della musica dal vivo, del teatro e della multimedialità, dopo il primo dei “Melologhi fiabeschi” che è andato in scena lo scorso aprile. Un nuovo modo di fare spettacolo che porta nel futuro, in questo caso, le indimenticabili fiabe di Gianni Rodari.
“I micromondi” parte da una selezione delle famosissime favole di Rodari che stanno alla base di un raffinato intervento musicale e visivo realizzato dagli allievi della Scuola MNT. Un connubio perfetto tra la musica e le immagini e le parole e i fatti narrati dall’autore, che ha sempre saputo inserire nei suoi scritti una struttura ricca di musicalità. Laura Antonini e Stefano Bartoli, due attori provenienti dalla scuola di recitazione dello stabile triestino saranno impegnati come voci narranti tra le creazioni dei giovani allievi del Tartini.
La Scuola di Musica e Nuove Tecnologie del Tartini si è infatti impegnata già nel 2013 nella produzione di spettacoli multimediali legati al genere della fiaba musicale coinvolgendo gruppi di propri studenti con gli studenti delle scuole di Pianoforte e di Didattica della musica.
 Titoli come “Pioggia di Piombino” e “Lo spaventapasseri” verranno portati in scena con la musica e le immagini create da Einike Leppik, “Una viola al Polo Nord” con quelle di Marco Parlante, mentre “Il sole e la nuvola” e “Le scimmie in viaggio” sono affidate a Elisa Leonori. Leonora Cantarut ha dato vita a “L’omino di niente” e “A sbagliare le storie”, Christopher Burelli a “Il palazzo da rompere”, Ivan Penov a “Canzone alla rovescia” e “Rivoluzione” mentre Damiano Marconi ha lavorato su “La guerra delle campane”.

Un evento speciale, quindi, che prevede l’ingresso a soli 5 euro per il pubblico, riduzioni per gli abbonati alla stagione teatrale della Contrada, ai soci degli Amici della Contrada e agli allievi del Conservatorio di musica Giuseppe Tartini che avranno diritto all’ingresso a 4 euro.
Prevendita dei biglietti, prenotazione dei posti e cambi turno presso la biglietteria del Teatro Bobbio (tel. 040.390613/948471 – orari: 8.30-13.00; 15.30-18.30) o al TicketPoint di Corso Italia 6/C (tel. 040.3498276/3498277 – orari: 8.30-12.30; 15.30-19.00).
Prevendita On Line: Circuito VIVATICKET by Charta (vivaticket.it) anche attraverso il sito www.contrada.it

Informazioni: 040.948471 / 948472 /390613; contrada@contrada.it – www.contrada.it.

Hai bisogno di una guida turistica personale per visitare Trieste? Scrivici: info@informatrieste.eu

Almanacco News

You may also like...