DoubleRoom: incontro “Transgender Day of Remembrance” + reportage “Io sono”

Fabrizio-Giraldi-Io-sono

venerdì 20 novembre 2015, ore 18
DoubleRoom arti visive, via Canova 9, Trieste

Transgender Day of Remembrance
conversazione con
Antonella Nicosia, presidente Arcigay Arcobaleno Trieste e Gorizia onlus
Marco Ferrazzo e Chris Grimaldi, gruppo Transgender FVG
+ presentazione del reportage fotografico “Io sono” di Fabrizio Giraldi

nell’ambito di IN LOVE WITH CLAY vita di Fiore de Henriquez
a cura di Massimo Premuda e Dinah Voisin
in collaborazione con l’Archivio Fiore de Henriquez di Peralta (Lucca)
nel progetto Varcare la frontiera (identità #3)
promosso da Cizerouno e sostenuto dalla Regione Friuli Venezia Giulia

Venerdì 20 novembre alle ore 18, presso lo spazio DoubleRoom arti visive (via Canova 9, Trieste), avrà luogo il terzo evento collaterale dedicato alle questioni di genere nell’ambito del progetto multidisciplinare “Varcare la frontiera (identità #3)”, promosso da Cizerouno e sostenuto dalla Regione Friuli Venezia Giulia, dal titolo “Transgender Day of Remembrance”, una conversazione con Antonella Nicosia, presidente Arcigay Arcobaleno Trieste e Gorizia onlus, Marco Ferrazzo e Chris Grimaldi, del gruppo Transgender FVG, e Fabrizio Giraldi, autore del reportage fotografico “Io sono”. L’incontro si inserisce nell’ambito della prima mostra italiana organizzata dalla scomparsa della grande scultrice triestina Fiore de Henriquez (1921-2004) dal titolo “In love with clay” (Innamorata della creta), curata da Massimo Premuda e Dinah Voisin, e visitabile fino al 29 gennaio 2016.
Partendo da alcuni passi tratti dal libro “Nata due volte” di Maria Nadotti e Giovanna Rizzo (Il Saggiatore, 1995), in cui si narra di Giovanni Rizzo, avvocato veneziano, che a quarantotto anni, con un matrimonio e tre figli alle spalle, che si sottopone nel 1993 all’intervento di riassegnazione chirurgica del sesso per diventare finalmente una donna, si discuterà sullo stato dell’arte dei diritti e delle difficoltà che ogni giorno le persone transessuali devono affrontare in Italia, proprio in occasione del 20 novembre, il “Transgender Day of Remembrance”, la giornata mondiale di commemorazione delle vittime dell’odio e del pregiudizio anti-transgender (transfobia).
Verrà inoltre presentato in anteprima assoluta il reportage del fotografo Fabrizio Giraldi “Io sono”, un work in progress che si compone di una decina di ritratti di persone transessuali in forma di dittico, in cui un’immagine di oggi è associata a una fotografia risalente a prima della transizione, scelta dal soggetto ritratto. Sulla sua ricerca Giraldi afferma che: “Il progetto a dittico raccoglie ritratti di persone che hanno deciso di raccontarsi per aiutare chi oggi, come loro un tempo, ha problemi a relazionarsi con il corpo in cui vive. A ognuno di loro ho chiesto inoltre di portare una foto di loro stessi prima della transizione.
Il progetto ha l’intento di ritrarre volti ed esperienze dalle diverse parti d’Italia col fine di realizzare un libro che accolga, oltre a queste immagini, anche le interviste alle persone ritratte e ai professionisti del settore, chirurghi e psicologi; il tutto accompagnato da una mostra fotografica itinerante tesa a diffondere la tematica e sensibilizzare l’opinione comune.”
L’Italia è infatti uno dei paesi nell’Unione Europea in cui i transgender sono più discriminati. lo rileva un rapporto del 2014 sui risultati di un sondaggio condotto in tutta la UE, “Essere trans nell’Unione Europea, un’analisi comparativa”, pubblicato dall’Agenzia europea per i diritti fondamentali (FRA). Il percorso di transizione condotto in Italia infatti è lungo e molto faticoso; ambiguità fisiche e documenti discordi rendono i più banali momenti di vita un problema: come andare al lavoro, relazionarsi con la famiglia o presentare i documenti.

17 ottobre 2015 > 29 gennaio 2016
IN LOVE WITH CLAY vita di Fiore de Henriquez
a cura di Massimo Premuda e Dinah Voisin
testi di Roberto Benedetti e Valentina Fogher
in collaborazione con l’Archivio Fiore de Henriquez di Peralta (Lucca)
nell’ambito di Varcare la frontiera (identità #3)
a cura di Mila Lazić e Massimiliano Schiozzi
promosso da Cizerouno e sostenuto dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia

DoubleRoom arti visive
via Canova 9, 34129 Trieste
lunedì » venerdì 17-19
349 1642362 – doubleroomtrieste@gmail.com
http://doubleroomtrieste.wordpress.com
https://www.facebook.com/doubleroomtrieste

Hai bisogno di una guida turistica personale per visitare Trieste? Scrivici: info@informatrieste.eu

Almanacco News

You may also like...