Incontri di Futurologia del Trieste Science+Fiction

film_science_festival

INCONTRI DI FUTUROLOGIA AL TRIESTE SCIENCE+FICTION FESTIVAL
GIOVEDÌ 5 NOVEMBRE IN SALA BOBI BAZLEN DI PALAZZO GOPCEVICH

DALL’ANIMAZIONE FANTASTICA DELLO STUDIO GHIBLI
ALLA FANTASCIENZA NEI FUMETTI E NEI VIDEOGAMES

CONVERSAZIONI CON ANDREA DRESSENO, FABIO “KENOBIT” BORLOTTI,
ENRICO AZZANO, MARIO ALBERTI E LORENZO PASTROVICCHIO

Letteratura e cinema compongono l’intreccio di idee e provocazioni intellettuali al centro degli Incontri di futurologia che il Trieste Science+Fiction propone giovedì 5 novembre nella sala Bobi Bazlen di Palazzo Gopcevich, in via Rossini 4.

Si inizia alle 10,30 con Andrea Dresseno e Fabio “Kenobit” Borlotti che accompagnano il pubblico alla scoperta della rappresentazione della fantascienza nei videogames. Con Play It Again, mostra dedicata all’universo videoludico, il Trieste Science+Fiction ha aperto quest’anno le porte al mondo dei videogiochi e durante l’incontro Dresseno (Archivio Videoludico della Cineteca di Bologna) e “Kenobit” Borlotti (retrogamer suonatore di Game Boy) partono dalle origini della rappresentazione degli scenari fantascientifici all’epoca dei pixel, fino ad arrivare ai giorni nostri, dove i mezzi consentono di realizzare con assoluto realismo qualsiasi tipo di scenario e dove fantascienza e distopia sembra essere uno dei temi più gettonati.

Si prosegue, alle 11,15, con Enrico Azzano, coautore insieme ad Andrea Fontana del volume “Studio Ghibli. L’animazione utopica e meravigliosa di Miyazaki e Takahata”.
“Il mio vicino Totoro”, “La città incantata”, “La storia della principessa splendente” sono alcuni dei film targati Studio Ghibli, sinonimo di eccellenza tecnica, artefice di un’idea di cinema incantata e meravigliosa, grazie alle sue narrazioni struggenti, che uniscono arte e botteghino, ideale e concretezza, scrittura e immagine. Partendo dalle celebrate pellicole dei due fondatori, Hayao Miyazaki e Isao Takahata, Azzano ripercorre la storia dello Studio e della sua potenza immaginifica.

E alle 12 si conclude con la lezione visionaria di Mario Alberti e Lorenzo Pastrovicchio. Alberti, illustratore e fumettista triestino, è noto al grande pubblico come disegnatore per la casa editrice Bonelli di numerosi albi delle collane di Nathan Never e Legs Weaver, come autore della serie Morgana per l’editore francese Les Humanoides Associes e per le sue collaborazioni con Dc Comics e della Marvel (ha realizzato le tavole delle serie limitate X-Men & Spider-Man e Spider-Man & The Fantastic Four). Anche quest’anno firma il manifesto ufficiale del Trieste Science+Fiction, chiudendo così la trilogia esclusiva di opere pensate per il festival. Pastrovicchio, triestino anche lui, dal 1995 lavora per la Disney Italia. Dal 1997 disegna “PK, Le nuove avventure”, portando i supereroi in un contesto Disney, e dà un importante contributo a serie di successo come Wizards of Mickey, Double Duck e Topolinia 20802.

ore 10.30
Andrea Dresseno, Fabio “Kenobit” Borlotti
PLAY IT AGAIN! GAME, ART & RETROGAMING
moderatore: Francesco Ruzzier (La Cappella Underground)

ore 11.15
Enrico Azzano
STUDIO GHIBLI – L’ANIMAZIONE UTOPICA E MERAVIGLIOSA DI MIYAZAKI E TAKAHATA
presentazione del volume omonimo di Enrico Azzano e Andrea Fontana, Ed. Bietti, Milano, 2015
moderatore: Massimiliano Maltoni (Trieste Science+Fiction)

ore 12.00
Mario Alberti, Lorenzo Pastrovicchio
DISEGNARE IL FUTURO
moderatore: Lorenzo Bertuzzi (La Cappella Underground)

Hai bisogno di una guida turistica personale per visitare Trieste? Scrivici: info@informatrieste.eu

Almanacco News

You may also like...