Pasolini: innumerevoli iniziative in Friuli Venezia Giulia a 40 anni dalla morte

Pierpaolo Pasolini

Dare voce al mondo di Pasolini, composto da due facce, il pubblico e il privato. La poesia ma anche la critica serrata nei confronti della classe dirigente. E’ con questo obiettivo che la Regione Friuli Venezia Giulia propone una serie di eventi che partono dalla sua terra natale e si dipanano in un percorso che tocca Udine, Pordenone e Trieste, nelle commemorazioni del 40/o anniversario dell’assassinio.
Il 2 novembre, data della morte di Pasolini, è in programma alle ore 11.00 una commemorazione pubblica promossa dal Comune di Casarsa presso la tomba. In quella stessa data il Teatro Verdi di Pordenone propone un omaggio musicale con un brano di Azio Corghi in prima mondiale e testi di Pasolini per voce recitante, con l’orchestra Filarmonica di Torino diretta da Tito Ceccherini. Tra gli eventi, il Convegno internazionale di studi in programma il 30 e 31 ottobre a Casarsa, in cui si indagano le ragioni del successo di Pasolini nel mondo. Il Css di Udine presenta un progetto che parte il primo novembre con due spettacoli: “Non c’è acqua più fresca” con Giuseppe Battiston e Piero Sidoti e “Fuga Pasolini” di Virgilio Sieni. Il Rossetti di Trieste dedica la settimana dal 23 al 29 novembre rimettendo in scena “Porcile” con la regia di Binasco e inaugurando una mostra fotografica di Claudio Ernè. Cinemazero di Pordenone ha infine messo a punto pubblicazioni, mostre fotografiche, videoinstallazioni e rassegne cinematografiche tra cui, il 30 ottobre, “Il Vangelo secondo Matteo. Dal Corpo di Pasolini a Casa Colussi” con archivio sonoro della voce di Pasolini.

Hai bisogno di una guida turistica personale per visitare Trieste? Scrivici: info@informatrieste.eu

Almanacco News

You may also like...