Il Rossetti, la danza nella stagione 2015-2016

Rossetti - stagione danza 2015-2016

martedì 10 novembre 2015
Politeama Rossetti – Sala Assicurazioni Generali
KEMP DANCES
Un mito vivente che rapisce e commuove con pochi gesti. Lindsay Kemp danza una serie di nuove creazioni frammiste a numeri classici che hanno segnato una svolta nel teatro contemporaneo.

martedì 2 febbraio 2016
Politeama Rossetti – Sala Assicurazioni Generali
CATAPULT
“MAGIC SHADOWS”
I performer di Catapult, sanno ballare, recitare e trasformare i loro corpi in forme impossibili: guidati dall’ex-Pilobolus Adam Battlestein danno vita a un delizioso teatro d’ombre.

dal 2 al 6 marzo 2016
Politeama Rossetti – Sala Assicurazioni Generali
THE IMPERIAL ICE STARS
“SLEEPING BEAUTY ON ICE”
Gli splendidi pattinatori di The Imperial Ice Stars in una delle favole più romantiche sulle musiche di Čajkovskij, fra volteggi sul ghiaccio, ricchi costumi e un sontuoso allestimento.

venerdì 18 marzo 2016
Politeama Rossetti – Sala Assicurazioni Generali
AEROS
Daniel Ezralow, David Parsons e Moses Pendleton assieme ai fondatori degli STOMP incontrano i ginnasti della Federazione Rumena: ne nasce uno spettacolo di danza moderna energico e nuovo.

dal 22 al 23 marzo 2016
Politeama Rossetti – Sala Assicurazioni Generali
GANDINI JUGGLING
“4X4”
EPHEMERAL ARCHITECTURES

La più elevata delle arti, la danza, e quella più… “da strada”, la giocoleria: si contaminano ad altissimo livello in questo spettacolo che lascia senza fiato per perfezione e stupore.

mercoledì 30 marzo 2016
Politeama Rossetti – Sala Assicurazioni Generali
TULSA BALLET
Fra le eccellenze della danza americana, con una storia sessantennale, l’ensemble diretto dall’italiano Marcello Angelini si esibisce in ricercate coreografie di Bruce, Kilyan e Possokhov.

martedì 3 maggio 2016
Politeama Rossetti – Sala Assicurazioni Generali
PIXEL
Una decina di preparatissimi danzatori si esibiscono davanti ai nostri occhi, completamente immersi… in un mondo virtuale in 3D: suggestive contaminazioni fra ballo e tecnologia.

••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••

Ad inaugurare il cartellone Musical & Eventi sarà quest’anno un grande appuntamento internazionale, incentrato sul più incredibile e raffinato teatro acrobatico: si tratta de La Verità di Daniele Finzi Pasca, di cui il pubblico dello Stabile ha applaudito il poetico Rain del Cirque Èloize nel 2009. Il cartellone – e in piccola parte anche il cartellone di Danza – sviluppa infatti un itinerario dedicato al teatro-circo.
La Verità regala due ore di assoluto incanto visivo, di sorprese e acrobazie eseguite da tredici strepitosi artisti che si muovono fra musiche e effetti luce di altissimo livello, in atmosfere surreali ispirate a un fondale di Salvador Dalì. La Verità ha già stregato le platee di Canada, Uruguay, Brasile, Ungheria, Francia, Danimarca e lo scorso anno del Piccolo Teatro di Milano.
Un’altra incursione nel mondo del circo avviene grazie a due maestri, quali Jean Baptiste Thierrée e Victoria Chaplin con il loro Le cirque invisibile. Si tratta di un eccellente esempio di petit-cirque, in cui non sono ammessi effetti speciali che non siano frutto dell’impeccabile preparazione e del carisma degli artisti, accompagnati in scena solo da un piccolo cast di conigli, papere e piccioni. Si rimane conquistati e divertiti dalla clownerie folgorante di Thierrée, che si scontra con la sofisticata perfezione della Chaplin, acrobata e donna-orchestra di classe.
Per il musical il cartellone prevede tre titoli: Billy Elliot uno degli spettacoli più amati e applauditi in tutto il mondo, fin dal debutto del 2005. Con le musiche di Elton John, coreografie di effetto e un cast di qualità lo Stabile ospita l’allestimento italiano firmato da Massimo Romeo Piparo. Farà rivivere le emozioni del film di Stephen Daldry attraverso la storia di un bambino che realizza il suo sogno sullo sfondo di un duro affresco sociale (l’Inghilterra dei minatori in contrasto con la Thatcher). Il Billy italiano è Alessandro Frola: quattordici anni e un curriculum da piccola étoile, scelto fra centinaia di candidati e già premiato dal successo al Sistina di Roma.
Sarà poi la volta di un grande ritorno: Notre Dame de Paris di Riccardo Cocciante e Luc Plamondon. Uno spettacolo divenuto un classico nel suo genere e che a Trieste “entrerà” al Politeama Rossetti senza perdere l’effetto del suo imponente allestimento, e regalando al pubblico tutte le sfumature, i particolari che nelle dimensioni da Palasport vengono invece perduti. Il nuovo cast sarà svelato fra poche settimane.
Fuori abbonamento – ma con notevoli facilitazioni per chi si abbona allo Stabile – ritorna poi MAMMA MIA! con le trascinanti musiche degli ABBA: storia romantica, coreografie e sorprese inarrestabili, lo spettacolo – dopo 6 anni dall’esordio a Trieste – invaderà il Politeama con l’energia e la perfezione di un allestimento originale che arriva direttamente dal West End.

Sia nel cartellone Musical & eventi, che in quello della Danza figura poi il suggestivo appuntamento con lo spettacolo sul ghiaccio, a cura della compagnia The Imperial Ice Stars. Una tecnologia all’avanguardia permetterà nuovamente al palcoscenico di trasformarsi in una grande pista di ghiaccio dove 18 ballerini-pattinatori eseguiranno con tecnica di livello (sono olimpionici del pattinaggio, e danzano su coreografie di Tony Mercer ricreate dal balletto) Sleeping Beauty sulle musiche di Čajkovskij. Sfarzosi e prodighi di effetti l’allestimento e i costumi.

Il cartellone Danza si concentra su compagnie internazionali di alto livello, e si articola in sette appuntamenti a cui si aggiungerà – dopo il successo dello scorso anno – una nuova edizione del Festival di Primavera TSDanza (sono già fissati due titoli in collaborazione con il Festival Wunderkammer, altri verranno annunciati più avanti).
Apre il programma della Danza 2015-2016 un mito vivente, Lindsay Kemp. L’artista che ha segnato una svolta nel teatro contemporaneo con i suoi spettacoli in Kemp Dances propone una serie di nuove creazioni frammiste ad alcuni dei suoi ‘pezzi classici’. Ogni suo gesto, anche il più essenziale è poesia che trascende l’immaginazione: lo vedremo in un’onirica identificazione con Violetta e Callas, in un viaggio dentro la pazzia mistica del leggendario Nijinsky…
Di alto profilo anche la danza contemporanea del Tulsa Ballet: fra le eccellenze della danza americana, l’ensemble che è diretto dall’italiano Marco Angelini, si esibisce in coreografie raffinate di Bruce, Kilyan e Possokhov.
Più curiosi – ma sempre qualitativamente elevati – gli altri titoli inseriti in programma. Si tratta di Catapult, spettacolo di teatro d’ombre che Adam Battlestein – ex Pilobolus – ha creato per un gruppo di performer davvero sorprendenti. I loro corpi – complice una tecnica valida e giochi sapienti di luce – si trasformano in figure e danze incredibili.
Ugualmente entusiasmante sarà Aeros, che unisce la genialità coreografica di Daniel Ezralow, David Parsons e Moses Pendleton e l’ironia di due creatori degli Stomp alle eccellenti prestazioni fisiche degli atleti della Federazione Rumena di Ginnastica Artistica, Ritmica ed Aerobica. Ne risulta uno spettacolo che va oltre i limiti della danza e sfida le leggi di gravità.
Una particolare contaminazione è anche quella creata in 4X4 da Sean Gandini – giocoliere e acrobata di fama mondiale – e dalla compagnia Gandini Juggling. È affascinante il risultato della fusione fra il rigore della danza e la fantasia dei giocolieri.
Infine Pixel con la compagnia Käfig, diretta dal coreografo Mourad Merzouk: è l’incontro fra l’energia e il virtuosismo della danza hip-hop e la bellezza dell’illusione di un mondo virtuale, fatto di sintesi numeriche e immagini elettroniche in 3D.

Hai bisogno di una guida turistica personale per visitare Trieste? Scrivici: info@informatrieste.eu

Almanacco News

You may also like...