Temperatura attuale: 11...........Temp. minima: 9...........Temp. massima: 19...........Umidità: 38%Un po' secco ...........Vento direzione: E ...........Vento intensità: 2 Km/hs...........Pressione: 1023 hPa

Appello ANVGD, Giorgia Meloni e Mariastella Gelmini alla Foiba di Basovizza

Riceviamo il seguente comunicato, che riportiamo integralmente:

Foiba Basovizza

«L’appello che abbiamo lanciato non è caduto nel vuoto: dopo Matteo Salvini, pure Giorgia Meloni e Mariastella Gelmini saranno presenti alla cerimonia del 10 Febbraio al Monumento nazionale della Foiba di Basovizza» dichiara Renzo Codarin, Presidente nazionale dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia, la più diffusa e rappresentativa fra le associazioni che raccolgono gli esuli istriani, fiumani e dalmati.
Queste figure di spicco della scena politica italiana visiteranno anche alcuni luoghi simbolo della tragedia del confine orientale: «Prima di recarsi a Basovizza – prosegue Codarin – l’Europarlamentare Salvini verrà in visita assieme ad una delegazione dell’ANVGD e dell’Associazione delle Comunità Istriane al Magazzino 18. Quest’ultimo, diventato famoso grazie all’omonimo spettacolo teatrale di Simone Cristicchi, è ormai un punto di riferimento nel percorso del ricordo delle sofferenze patite dai 350.000 esuli costretti ad abbandonare le terre in cui erano radicati da secoli portandosi dietro poche masserizie, molte delle quali sono qui rimaste accatastate, muta testimonianza di quella che fu la quotidianità nelle terre dell’Adriatico orientale prima che la ferocia nazionalcomunista titina si scatenasse».
A margine della celebrazione ufficiale, invece, una rappresentanza dei sodalizi aderenti alla Federazione delle Associazioni degli Esuli istriani, fiumani e dalmati accompagnerà l’On. Gelmini nella visita del Centro di documentazione del Monumento nazionale della Foiba di Basovizza: «Questo percorso didattico – spiega Codarin – accoglie ogni anno migliaia di visitatori e soprattutto di studenti, che possono così comprendere il percorso che ha portato alla tragedia delle Foibe e del conseguente Esodo proprio vicino a uno dei luoghi in cui si consumarono atroci uccisioni di massa. Apprezziamo la sensibilità della deputata lombarda che ha voluto accostarsi alla comprensione di questa pagina di storia patria».
Terminata la cerimonia di Basovizza, una rappresentanza dell’associazionismo della diaspora giuliano-dalmata accompagnerà l’On. Meloni all’Istituto Regionale per la Cultura Istriano-fiumano-dalmata: «L’IRCI è citato espressamente – evidenzia il numero uno dell’ANVGD – nella legge istitutiva del Giorno del Ricordo, in quanto conserva un patrimonio archivistico, librario e documentario preziosissimo per ricostruire la cultura, le tradizioni e le vicende di storia patria che hanno riguardato le nostre genti ed è importante che una parlamentare veda da vicino le sue potenzialità».
Conclude Codarin: «Purtroppo conferenze di carattere negazionista ovvero giustificazionista delle Foibe e dell’Esodo non sono mancate in questi giorni, alle volte anche con patrocini istituzionali oppure presso prestigiose sedi parlamentari, ma la presenza di queste personalità emergenti della scena politica italiana ci lascia la speranza che in futuro si consolidi nelle istituzioni una maggiore sensibilità per le tragedie che ci hanno colpito».

Lorenzo Salimbeni
Responsabile comunicazione Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia

You may also like...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *