Temperatura attuale: 14...........Temp. minima: 12...........Temp. massima: 16...........Umidità: 88%Umido ...........Vento direzione: ...........Vento intensità: - ...........Pressione: 1014 hPa

15 scuole mettono in scena la donna

Piero Favento

Il concorso internazionale giunge alla 12a edizione

La cerimonia di premiazione della 12a edizione di QUESTA VOLTA METTI IN SCENA…LA DONNA – progetto che interessa un intero anno scolastico e si compone di tre laboratori, un concorso internazionale e varie esposizioni – si è aperta con la proiezione del video realizzato dalla classe 4B della Scuola Primaria I.Nievo di Premariacco, Udine coordinata dalle insegnanti Giuliana Fedele e Mara Della Bianca, ormai una consolidata presenza che da voce anche alle impressioni dei giovanissimi autori su temi importanti.

L’ articolato progetto messo in campo dall’Associazione culturale Opera Viva, ideato e diretto da Lorena Matic, è rivolto agli studenti delle scuole superiori del Friuli Venezia Giulia e del litorale sloveno e per il secondo anno anche della scuola Statale Italiana di Parigi L.Da Vinci.

Corposa come sempre la partecipazione al concorso, preceduto da tre stage formativi con professionisti che della creatività hanno fatto il loro mestiere – al Liceo artistico Nordio di Trieste, al Liceo artistico Sello di Udine e al Ginnasio Carli di Capodistria, rispettivamente con Elisa Gandolfo, illustratrice, Luigina Tusini, artista e scenografa e Katja Smerdu, scultrice – ed hanno lo scopo di creare un collegamento tra il mondo della scuola e il mondo del lavoro.

Il titolo della 12a edizione “Questa Volta metti in scena…la DONNA”, con sottotitolo DALLE FIABE A LIETO FINE ALLE STORIE MENO ALLEGRE, ha centrato le aspettative degli organizzatori, i partecipanti infatti hanno tenuto conto di considerazioni antropologiche, sociali, storiche e culturali quali spunti da approfondire; analizzando gli stereotipi della donna declinati in tutte le sfumature con uno sguardo ai luoghi comuni spesso da sfatare.

La giuria composta da:
Vania Gransinigh, direttrice del Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Udine
Raffaella Sgubin, direttrice del Servizio Musei e Archivi storici dell’ERPAC
Lorena Matic, direttore artistico del progetto
Tatjana Sirk, curatrice Galleria Costiere – Obalne Galerije Piran
Fulvia Zudič, artista e referente culturale della CAN – Comunità autogestita della nazionalità Italiana Pirano

ha selezionato i vincitori per le 10 sezioni – disegno, pittura, fumetto, collage, grafica, fotografia, video, mixed media, textil e scultura.

Il progetto si realizza con il contributo della Zkb e delle Fondazioni Casali, con le preziose collaborazioni del Comune di Duino Aurisina, del Comune città di Capodistria, della Comunità autogestita della nazionalità Italiana Pirano, del FAI Fondo Ambiente Italiano Delegazione di Trieste, delle Gallerie Costriere Pirano – Obalne Galerije Piran, dell’ I.T.Deledda Fabiani e di Tv Koper-Capodistria.

Premi gentilmente offerti da: Comune di Duino Aurisina, la Fondazione CRTrieste, la Illycaffè, il Museo Revoltella Trieste, il Teatro Stabile FVG – il Rossetti, il Teatro Stabile Sloveno, la FVG Film Commission ed infine il FAI, che ha consegnato un premio alla classe che maggiormente si è distinta in questa competizione per mano della Capo delegazione di Trieste Mariella Marchi.

La MOSTRA con gli elaborati premiati e le opere dei visiting professor si inaugurerà il 31 MARZO alle ore 18,00 a Capodistria in due sedi espositive, al Palazzo Pretorio, sede del Comune di Capodistria e alla Galleria Medusa di Capodistria, Obalne Galerije, istituzione museale slovena.
INFO: assoc.operaviva@libero.it
facebook OPERA VIVA Trieste
Twitter @AssocOperaViva
www.assocoperaviva.it

You may also like...